Canale 5, Rai, La7, Wired… È con grande soddisfazione che registro un 2016 sotto ai riflettori per Italbugs, che ha finalmente ricevuto le attenzioni dei principali media, interessati per diversi aspetti all’argomento degli insetti edibili, proprio così: da mangiare.

Non fate gli schizzinosi, la prossima generazione lo troverà normale come mangiare sushi. 😉

La mia personale collaborazione con Italbugs si concretizza all’inizio del 2014 con l’invito dell’imprenditore milanese Marco Ceriani a supportarlo strategicamente nel suo obiettivo di affermarsi come realtà europea nella ricerca e sviluppo di nuove matrici alimentari sicure, sostenibili e ipoallergeniche.

Nel 2016 la start up coordinata da Marco Ceriani e di cui faccio parte insieme a Paul Vantomme, Giorgio Costacurta, Davide Di Domenico, Martina Costacurta, Barbara Pollini, Marta Zanichelli e Daniele Dell’Aira è stata premiata per il miglior progetto per rivoluzionare il mondo del food ad Alimenta2talent 2015 ed è stata ammessa, prima realtà italiana, nell’International Platform of Insects for Food and Feed.

Tantissimi come dicevo gli interessamenti dei media; se andate sul blog di Italbugs li vedete tutti. Se cliccate qui sotto potrete ad esempio vedere la puntata che la giornalista Cristina Gabetti ha realizzato di recente per “Occhio al Futuro”, la rubrica di ambiente, progresso e nuove tecnologie di “Striscia la Notizia” su Canale 5.

ceriani-occhio-al-futuro

Nella seconda parte del 2016 Italbugs entrerà in una nuova fase di sviluppo che la porterà ad intensificare sempre di più rapporti con l’Asia. Chissà che il mio prossimo post non vi arrivi da là. เห็นคุณเร็ว ๆ