Quando mai in un sito internet potrete leggere “NON cliccate su questo bottone”?
Difficile, ma io l’ho fatto.

Mi è stato chiesto di dare forma e anima al nuovo sito di una Organizzazione di Volontariato che si occupa di portare sorrisi negli ospedali. Si tratta della Odv che raggruppa 4800 clown volontari di corsia sotto la sigla VIP, Viviamo in Positivo.

65 Associazioni VIP federate e 200 fra ospedali e strutture socio-sanitarie dove prestano servizio queste straordinarie persone che dedicano parte del loro tempo a un’attività davvero meritevole.

Io mi sono occupato del sito in particolare della Associazione di Modena, VIP MO appunto, che svolge progetti e missioni di grande rilievo e che vi invito a consultare.

“Vorremmo che riflettesse il nostro spirito”

È stata questa l’unica vera richiesta che mi hanno fatto concedendomi per il resto carta bianca. Così mi sono messo il loro naso rosso ed ho cominciato a convergere contenuto e design.

A proposito, in questi mesi mi sono letto due libri ‘di lavoro’ per tenermi sempre aggiornato:

CONTENT DESIGN. Progettare contenuti web che fanno incontrare persone e aziende
dell’amico Nicola Bonora
e
UX WRITING. Micro testi, macro impatto, di Serena Giust

due testi che consiglio a tutti quelli che come me sono chiamati a come guidare meglio gli utenti nella navigazione attraverso le parole e i micro testi, che per inciso sono anche quelle paroline che si spendono nei bottoni di navigazione ad esempio.

“Non cliccare assolutamente questo bottone”

Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni, diceva Oscar Wilde. Che – parentesi – è diventato un top dispenser di citazioni un po’ come Jim Morrison: sembra che le abbiano dette tutte loro. Chiusa parentesi.

Anzi ne apro subito un’altra. Mi sono di recente imbattuto in un cartello che mi ha fatto venire in mente Oscar e l’ho voluto portare come spirito nel sito che stavo progettando.

 

Non lo potrai mai fare per un sito di finanza – mi sono detto – ma questa è l’occasione giusta.

Così per VIP MO ho adottato microtesti adatti a un’associazione di clown.

Ho cercato di bilanciare le dosi, basandomi sul claim che ho coniato per la homepage: “FACCIAMO RIDERE, MA MOLTO SERIAMENTE”.

Ho anche messo una spruzzata di ‘local’ nel modulo di paypal dove è possibile fare delle donazioni. Magari fatelo ora, così vedete cosa ho scritto nelle varie opzioni.

A presto!
(E chiudo parentesi). Ciao!