Che con un titolo così capzioso uno si immagina che tipo Oliviero Toscani debba guardarsi dalla mia concorrenza. Il fatto è che da sempre mi piace fotografare e talvolta il documentare il dietro-le-quinte di un evento serve a cogliere quell’atmosfera che il fotografo ufficiale, da solo, non riesce a catturare.

PartLab è una società che si occupa di organizzazione di eventi aziendali, manifestazioni pubbliche, meeting & incentive, e che è stata incaricata quest’estate di curare la tappa modenese della cinquina degli autori in lizza per il Premio Campiello 2019. E per loro ho curato la grafica e la parte emozionale fotografica dell’evento sponsorizzato anche quest’anno da AbacoAnthea Spa, Banca Generali Private, Camera di Commercio di ModenaPiacere Modena.

Ho avuto così modo di conoscere da vicino i finalisti (il 14 settembre sarà decretato il vincitore), ed in particolare Paolo Colagrande, (qui sotto nella foto con Patrizia Galli, affezionata lettrice) autore de La vita dispari (Einaudi) con cui ho chiacchierato al buffet sulla dura vita degli autori in tour promozionale.

paolo colagrande

Di Laura Pariani, autrice de Il gioco di Santa Oca (La Nave di Teseo) ho imparato invece che ha scritto anche fumetti.

Francesco Pecoraro Lo stradone (Ponte alle grazie) ci ha confessato che il web sta modificando la sua capacità e il tempo di attenzione, i suoi gusti e l’attitudine all’approfondimento che diminuisce sempre di più. Magari solo a lui!

Andrea Tarabbia con Madrigale senza suono (Bollati Boringhieri) mi ha fatto conoscere invece Gesualdo da Venosa, compositore vissuto a cavallo fra il XVI e il XVII secolo e il cui nome è legato da una parte sia allo sviluppo della musica polifonica che all’uccisione da parte sua della moglie e del di lei amante, Fabrizio Carafa.

Infine Giulio Cavalli è stato sollecitato a parlare più del fatto che vive sotto scorta che del suo romanzo Carnaio (Fandango).

tarabbia-cavalli-colagrande

Andrea Tarabbia, Giulio Cavalli e Paolo Colagrande colti a farsi un selfie

In attesa del 14 settembre quando sapremo chi avrà vinto l’edizione 2019 del prestigioso premio letterario, Oliviero dormi pur tranquillo.

Simone Ramella di PartLab


E se hai voglia di curiosare fra le mie foto puoi andare qui su Flickr